NEWS

> Torna alle News


21.01.2007

93// Le delegazioni presenti al settimo WSF

di Gianni Tarquini

 

La delegazione italiana presente al settimo WSF di Nairobi e' la piu' importante tra quelle del nord del mondo. Conta su piu' di 500 presenze, circa 220 arrivate con la Tavola della Pace, 80 con Punto Rosso, 70 con la Caritas e altre con delegazioni piu' piccole. La prima riunione si e' tenuta subito dopo l'apertura ufficiale. Sono stati lanciati appelli su temi ritenuti cruciali per l'italia ma non solo: la partecipazione alla marcia del 17 febbraio contro l'ampliamento della base statunitense di Vicenza che si terra' proprio nella citta' veneta; l'appoggio ai comitati che stanno raccogliendo le firme per la legge di iniziativa popolare per fare dell'acqua un bene pubblico a con l'accesso per tutti. Sono stati ricordati gli stati dove l'accesso all'acqua e' diventato un diritto costituzionale e/o basilare: Argentina, Uruguay, Bolivia, Venezuela e Cuba. Tutti Stati sudamericani e inseribili nel gruppo di paesi che stanno tentando di costruire modelli nuovi sia nelle relazioni Stato/cittadino che nelle relazioni internazionali.

 

La delegazione latinoamericana piu' importante al WSF 2007 e' quella brasiliana: in particolare con i Sem Terra e il nucleo forte di Via Campesiana. Rilevante e' anche la presenza di movimenti femministi o di difesa dei diritti delle donne.

Juan Pablo Rodriguez di Via Campesina ci ha sottolineato l'importanza delle lotte, in tutto il pianeta, contro le multinazionali, i latifondi e le coltivazioni geneticamente modificate. Ci ha invitati a osservare e valutare con piu' attenzione la svolta politica dell'america del sud che ha un valore di reale partecipazione popolare; una democrazia di tutti e non di pochi come quella che spesso viene propagandata dalle potenze occidentali.

> Scrivi un Commento
Letto 2982 volte