NEWS

> Torna alle News


18.01.2007

76// Idee_Da Porto Alegre a Nairobi

di Raffaella Bolini, presidenza Arci

 


Al tempo del primo Forum Sociale Mondiale, sei anni fa, un Forum in Africa pareva un sogno. Per questo, comunque vada, sarà un successo. La sfida che il Comitato Organizzatore Africano si è voluto assumere è stata enorme, per le difficoltà economiche, tecniche, di trasporto. Abbiamo fatto, come movimenti italiani, quello che era possibile per dare una mano. Per noi è essenziale infatti rafforzare la crescita e l’unità della società civile africana. Il mondo visto dall’Africa non consente facili ottimismi né risposte banali. Quel continente, dopo secoli di colonialismo e di rapina delle risorse, è il paradigma del fallimento delle politiche neoliberiste.
In questi anni, l’Africa ci ha già dato molto: le campagne globali sul debito, sul diritto alla salute, sui diritti delle donne non avrebbero avuto la stessa forza senza gli africani e le africane.
Oggi, il Forum Sociale Mondiale in Africa può regalare alla rete dei movimenti globali la consapevolezza di quanto è dura la sfida, di quanto è lungo il cammino, di quanta energia e intelligenza e pazienza sono necessari per riuscire a intaccare un meccanismo di dominio globale ancora fortissimo.
Noi europei, che viviamo in un continente opulento e stanco, dove cambiare la politica è impresa difficilissima, possiamo riportare da Nairobi un senso maggiore di responsabilità e uno stimolo a continuare. L’Africa non vive, se non cambiamo l’Europa.
Intanto, fra le tante cose che succederanno a Nairobi, ce ne è una che abbiamo molto a cuore: la nascita di una vera rete globale per i diritti dei migranti. Si allargherà non solo la capacità di vertenza, ma anche la possibilità di far fronte alle emergenze, unendo in un network mondiale organizzazioni dei paesi di provenienza e dei paesi di accoglienza per aiutare tante persone nelle diverse aree del mondo a far valere il loro diritto a un futuro.

> Scrivi un Commento
Letto 2837 volte