NEWS

> Torna alle News


16.02.2007

214// Sabato 17 febbraio:Speciale RaiSport

di Ivano Maiorella, Uisp

 

Andrà in onda sabato 17 febbraio, alle ore 13.25 su RAI 2 durante “Dribbling” lo speciale relizzato da Raisport sulla “Maratona tra gli slum per i diritti di base”, organizzata a Nairobi da Uisp e Libera il 25 gennaio scorso, in occasione della giornata di chiusura del Social World Forum. Lo speciale realizzato da Elisabetta Caporale (riprese di Roberto Carulli, montaggio Alessandra Aprea, durata 10.30) è un documento davvero unico in quanto racconta l’inferno delle baraccopoli di Nairobi (gli slums) attraverso un avvenimento sportivo che ha coinvolto, in maniera particolare, la gente di Korogocho. Questo, tra tutti gli slum è quello più degradato, con fogne a cielo aperto e baracche costruite su una discarica.

Eppure, anche grazie alla mobilitazione dei padri comboniani che hanno lì la loro missione, l’evento sportivo è stato vissuto come occasione di riscatto e di partecipazione: 500 persone lungo il percorso si sono occupate dell’organizzazione mentre una cooperativa di donne ha dipinto a mano le 15.000 magliette distribuite. “Quelle dello speciale di Raisport saranno immagini di sport come riscatto sociale difficili da dimenticare - commenta Filippo Fossati, presidente Uisp - la nostra corsa ha creato una forte comunicazione tra i partecipanti al Forum mondiale e il resto della citta', che ne e' stata attraversata e coinvolta attivamente. Un messaggio che è partito dallo sport verso la politica mondiale che ha sintetizzato le parole d'ordine di questo Forum mondiale: difesa dell'acqua, terra, cibo".

Lo speciale di Raisport testimonia il positivo corso della testata sportiva della Rai, attenta a narrare lo sport come occasione per raccontare la società. Elisabetta Caporale ha firmato questo speciale “per provare a capire come ci si sente ad abitare su una discarica come Korogocho, uno dei 200 slums di Nairobi; per parlare con Joseph, grande tifoso di Francesco Totti, o con il suo allenatore che usa lo sport, il calcio, per togliere tanti ragazzi dalla strada, dalla droga, dalla violenza. Per discutere di quebisogni e necessità dell’Africa con il keniano Paul Tergat, primatista del mondo di maratona, modello e eroe per tanti. Per vedere da vicino come si allenano i grandi campioni della fatica e della distanza, quelli che arrivano primi nel mondo. Occasione per conoscere Sammy, un bambino scalzo che all’improvviso si è messo a correre anche lui per seguire quel flusso di gente che correva tutta insieme un giorno di gennaio. Per partire, per arrivare”.

 

Info per la stampa: Ivano Maiorella, i.maiorella@uisp.it, 06-43984316-340

> Scrivi un Commento
Letto 3116 volte