NEWS

> Torna alle News


26.01.2007

182// Al Fsm lanciata la prossima mobilitazione globale contro la povertÓ!

di Marta Guglielmetti, Campagna del Millennio delle Nazioni Unite in Italia

 

Al Forum Mondiale Salil Shetty, Direttore Generale della Campagna delle Nazioni Unite per gli Obiettivi del Millennio, lancia insieme alla GCAP internazionale la prossima mobilitazione globale contro la poverta’. Al grido Stand Up and Speak out! Alzati e fai sentire la tua voce! centinaia di persone provenienti da tutti i continenti e riuniti qui al WSF si sono dati appuntamento per il prossimo 17 ottobre. Obiettivo: ribadire ai governi di tutto il mondo che gli Obiettivi del Millennio si possono e si devono raggiungere entro i tempi stabiliti, ovvero entro il 2015. La Campagna del Millennio e la società civile hanno deciso di rinforzare il messaggio lanciato lo scorso anno con la Campagna Stand Up, che ha coinvolto più di 23 milioni di persone in oltre 70 paesi.

 

Il WSF è stata un’occasione per ricordare con forza che gli Obiettivi del Millennio non sono solo promesse ne’ cifre e grafici su cui analizzare i successi o gli insuccessi degli Obiettivi stessi, rispecchiano invece richieste concrete delle persone piu’ povere.

Qui in Africa, a Nairobi, proprio le persone che vivono maggiormente il dramma della poverta’ ci stanno mandando un messaggio che non possiamo non ascoltare: ‘Alcuni dei paesi piu’ poveri come il Mozambico e il Burkina Faso hanno raggiunto tutti gli obiettivi intermedi fissati dagli Obiettivi del Millennio- sostiene Salil Shetty - Sono quindi proprio questi paesi a darci una lezione importante: non ci sono scuse per i paesi piu’ ricchi a posticipare il mantenimento dei prori impegni. Non ci sono piu’ scuse per essere scettici e per non agire. Abbiamo una grande responsabilita’ nei confronti di chi sta facendo molto pur essendo nelle condizioni piu’ svantaggiate per il raggiungimento degli Obiettivi.

Si tratta di dimostrare una reale volonta’ politica, ma gli anni passati ci hanno dimostrato che la tale volonta’ non si affermera’ da sola, e’ necessario accrescere la pressione verso I Governi con attivita’ nate dal basso che coinvolgano milioni di persone a livello locale’. Siamo a meta’ percorso verso il 2015, non ci possiamo piu’ tirare indietro. E’ ora di agire’.

> Scrivi un Commento
Letto 2983 volte