NEWS

> Torna alle News


25.01.2007

164// Con il pensiero al Social Forum di Nairobi, Ravenna continua il suo cammino

di Comune di Ravenna

 

Il 30 gennaio l’assessore Tassinari incontrerà i rappresentanti di tutte le associazioni che si occupano di immigrazione,  aiuti sanitari, promozione della cultura di altre popolazioni

“Nei giorni in cui Nairobi diventa laboratorio per la costruzione di un altro mondo possibile, nel quale la globalizzazione sia quella della pace, della giustizia, dei diritti umani, della solidarietà e della democrazia, è quanto mai importante ricordare che anche Ravenna, e sicuramente con Ravenna infinite altre comunità in Italia e nel mondo, continua, a piccoli ma imprescindibili passi, a portare avanti lo stesso percorso”.
Questa la riflessione fatta da Susanna Tassinari, assessore con delega “Ravenna nel mondo”, nel momento in cui a Nairobi si svolge il settimo Forum sociale mondiale. Noto come Forum di Porto Alegre, dove ha avuto origine nel 2001, è un grande incontro della società civile mondiale.
In particolare questa edizione, in corso fino a giovedì, è stata pensata come l’occasione per dare voce all’Africa, alla gente che la abita e alla sua sete di giustizia. Tra i centomila delegati da tutto il mondo ci sono circa cinquecento italiani. Il governo è rappresentato dal sottosegretario agli Esteri Patrizia Sentinelli.
“Lavorare per portare aiuto alle popolazioni africane e per realizzare una vera integrazione con tutti coloro che da ogni angolo del mondo sono venuti a vivere nella nostra città – continua Susanna Tassinari – vuol dire essere idealmente a Nairobi, non solo dal 20 al 25 gennaio, periodo di svolgimento del Forum, ma 365 giorni l’anno”.
Il pensiero, ad esempio, andrà a Nairobi il 30 gennaio, quando l’assessore Tassinari incontrerà, alle 21 alla sala Forum di via Berlinguer, i rappresentanti delle circa cinquanta associazioni che si occupano di immigrazione, cooperazione, aiuti sanitari, promozione della cultura di altri popoli. “Ci confronteremo – spiega Susanna Tassinari – su come realizzare, a Ravenna e fuori da Ravenna, quegli obiettivi di uguaglianza, pace e giustizia che in questi giorni vengono individuati e riconfermati a Nairobi”.
Tra i tanti progetti dei quali si parlerà quella sera l’assessore Tassinari ne cita uno, nel quale Ravenna è impegnata da anni e che è in particolare finalizzato a promuovere i diritti delle donne: “Il Comune è da tempo attivo in progetti di cooperazione decentrata con i campi rifugiati Saharawi, soprattutto con attività di sostegno alle donne. L’autonomia delle donne Saharawi  e delle loro specifiche organizzazioni politiche e di formazione professionale è stata promossa attraverso la donazione di un automezzo per aiutare i collegamenti tra le donne impegnate nelle diverse attività. Ora intendiamo ampliare i buoni risultati conseguiti. In particolare vogliamo proseguire il progetto materno infantile, già avviato, volto alla tutela della salute delle donne e dei bambini, svolto dalla dottoressa Lorenza De Paoli, ginecologa volontaria per conto del Comune, attraverso campagne di informazione sui temi della maternità e dell’infanzia, colloqui e visite. Inoltre per favorire l’autonomia delle donne Saharawi si è scelto di sostenere un corso di lingua italiana e un corso di lingua inglese affinché le competenze linguistiche possano costituire anche l’occasione di una fonte generatrice di reddito grazie a un eventuale inserimento lavorativo delle ragazze frequentanti i corsi di lingua negli enti che si occupano di cooperazione”.

> Scrivi un Commento
Letto 3008 volte