NEWS

> Torna alle News


16.12.2006

13// Intervista_ A Vita Randazzo

di Marta Dalla Pozza, Nigrizia

 

 Com’è l’atmosfera in questi giorni a Nairobi, rispetto al Social Forum? 

Direi che si percepiscono una crescente intensità e frenesia, con l’avvicinarsi dell’appuntamento: è tutto molto entusiasmante, stiamo lavorando perché questo Forum possa essere veramente uno spazio di espressione aperto. Al momento ci stiamo occupando principalmente della registrazione delle attività: gruppi ed associazioni possono iscriversi sul nostro sito web (www.wsf2007.org) per presentare una testimonianza, organizzare una tavola rotonda o un workshop. Noi poi vaglieremo le diverse richieste. Finora ce ne sono state tantissime e ancora ne arrivano, quindi abbiamo prorogato il termine per le iscrizioni al 13 dicembre. Lo scorso fine settimana abbiamo contato più di mille registrazioni. 

Come saranno organizzate le attività? 

Saranno suddivise per argomento. Abbiamo pensato a nove macrotemi, che spaziano dall’economia sostenibile alla costruzione di strutture politiche partecipative, dalla democratizzazione della conoscenza e dell’informazione alla difesa delle diversità ed alle azioni contro la discriminazione.
La prima giornata, il 20 gennaio, sarà dedicata all’inaugurazione. Nelle tre giornate successive si svolgeranno le diverse attività, in quattro sessioni da tre ore ciascuna, che avranno tutte luogo presso il Moi International Sports Centre, un grande stadio. Lo suddivideremo in diversi spazi: ogni gruppo o associazione dovrà occuparsi della propria logistica e di pubblicizzare le iniziative, e gli verrà destinata un’area in proporzione al numero di partecipanti previsti.
Noi forniremo un servizio di traduzioni e stiamo predisponendo un media center, che sarà costantemente aggiornato, per i media indipendenti e mainstream che seguiranno la manifestazione; lì sarà anche possibile svolgere delle interviste. Presso il media center si potranno anche avere tutte le informazioni sulle diverse iniziative. Verrà inoltre stampato quotidianamente un bollettino informativo. 

Ci sarà una particolare attenzione alle tematiche africane? 

La prima giornata di workshop sarà interamente dedicata all’Africa: sarà composta da grosse iniziative (ciascuna con più di trecento partecipanti), che si occuperanno di temi come l’Aids, la storia della resistenza al colonialismo, la diaspora africana…
Le giornate seguenti ospiteranno le attività dalle altre parti del mondo. Nei prossimi giorni ci sarà un meeting a Dakar con gli altri membri dell’African Social Forum Council (noi qui a Nairobi rappresentiamo l’Africa Orientale), per stabilire delle linee guida comuni per quanto riguarda gli eventi sull’Africa. Il 15 e 16 dicembre ci sarà invece un incontro internazionale, con gli altri membri del Social Forum, da Asia, America Latina, Europa, in cui verrà stilato il programma definitivo.  

Fonte: www.nigrizia.it

> Scrivi un Commento
Letto 2553 volte