NEWS

> Torna alle News


22.01.2007

111// Viceministra Sentinelli al Forum: la politica europea e occidentale per l’Africa devono cambiare.

di Alessandra Tarquini, Tavola della pace

 

NAIROBI 22 GENNAIO 2007 ORE 15.30 - Al Forum Mondiale di Nairobi è presente anche il Governo italiano rappresentanto dalla Viceministra alla Cooperazione Patrizia Sentinelli intervenuta oggi al workshop “L’Europa vista da Nairobi” organizzato dalla Tavola della pace e dal Coordianemento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani.

“L’edizione del Forum di quest’anno è davvero importante perché è un Forum mondiale e africano allo stesso tempo. A Nairobi non siamo solo noi europei a parlare, rimanendo chiusi nei nostri circuiti, ma sono gli africani a parlare all’Europa – ha dichiarato la Viceministra .

“Il messaggio è chiaro: la politica europea e occidentale per l’Africa devono cambiare. Non solo è necessario abbandonare la politica dello sfruttamento e dell’accaparramento delle risorse, ma deve cambiare anche la politica degli aiuti allo sviluppo. L’atteggiamento assistenzialistico attuale, infatti, contribuisce soltanto ad impoverire l’Africa. Dobbiamo imparare dai movimenti di questa terra, in particolare dalle donne dell’Africa, per cambiare le politiche della cooperazione”.
Un forte richiamo della Sentinelli a smetterla con l’accaparramento di pertrolio e delle risorse del continente africano perche’ l’unico pozzo al quale attingere deve essere quello dell`equita’ e della giustizia sociale.

“Il Governo italiano ha sostenuto l’edizione di quest’anno del Forum contribuendo alle spese di organizzazione e comunicazione – sottolinea la Sentinelli - perché siamo convinti che da esperienze come queste si possa imparare molto. Dalle occasioni come il Forum di Nairobi nascono reti di relazione fondamentali per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio su cui l’Italia è in ritardo. Il forum di Nairobi ci dà maggiore forza per attuare questo impegno fondamentale. Confido che il nostro paese possa raggiungere l’obiettivo dello 0,7%negli aiuti allo sviluppo entro il 2015 come promesso“.

> Scrivi un Commento
Letto 2639 volte